L'acquisto all'interno dello store è riservato agli studi dentistici privati

In ottemperanza con quanto previsto dalla normativa vigente, dichiaro sotto la mia responsabilità di essere un professionista del settore odontoiatrico e di essere pertanto autorizzato a prendere visione del contenuto presente in questo sito internet.

Ok, procedi

Scopri l'innesto osseo adesivo 3D Bond di ultima generazione SENZA l'utilizzo di membrane.

È un prodotto osteoconduttivo sintetico utilizzato come materiale di riempimento rigenerativo destinato a colmare, aumentare e ricostruire diversi tipi di atrofia ossee : è innovativo e brevettato, supportato da basi scientifiche, rappresenta una vera e propria rivoluzione nella chirurgia rigenerativa ossea.

Metodo di applicazione in tre semplici passaggi:

Posizionamento Compressione Chiusura
 
Posizionamento Compressione Chiusura

Bond Apatite® è composto da 2 matrici che presentano caratteristiche e velocità di assorbimento diverse:

  • La prima matrice è costituita da solfato di calcio bifasico puro (66%), che va incontro ad un completo riassorbimento e ad una sostituzione con nuovo osso umano
  • La seconda matrice è formata da una piccola quantità di idrossiapatite sintetica (33%) caratterizzata da particelle di granulometria diversa, a lento riassorbimento, che funge da mantenitore di spazio per un ottimo controllo della conservazione del volume progettato in fase diagnostica.

Caratteristiche principali

Il materiale per innesto “ALL IN ONE” più veloce ed efficiente in commercio:

  • Biocompatibile
  • Batteriostatico
  • Effetto e comportamento adesivo
  • Stabilità primaria dell’innesto al 100% = nessuna membrana richiesta
  • Effetto barriera
  • Rigenerazione rapida
  • Formazione ossea in 3 mesi.
  • Assenza di contaminazione batterica : può essere esposto fino a 3 mm
  • Chirurgia minimamente invasiva = meno traumi

Indicazioni

Il materiale ideale di riempimento:

  • Rigenerazione di difetti ossei
  • Riempimento e conservazione degli innesti chirurgici a nido d’ape
  • Difetti parodontali
  • Aumento laterale della cresta senza necessità di membrane e micro viti
  • Chirurgia del rialzo di seno mascellare con tecnica aperta/chiusa
  • Deiscenza
  • Fenestrazioni

Il materiale ideale per il riempimento

 

Domande frequenti su Bond Apatite

Cos'è il solfato di calcio bifasico e perché è diverso dal vecchio solfato di calcio noto?

Il solfato di calcio bifasico è una formulazione brevettata di solfato di calcio. Questa è l'unica formulazione di solfato di calcio che ha la capacità di comportarsi come un cemento nella cavità orale. Inoltre, il BCS è modellabile e può indurirsi e indurirsi all'istante in presenza di sangue e saliva. Il vecchio solfato di calcio non ha potuto indurirsi e indurirsi quando ha avuto il contatto con sangue o saliva; pertanto, non potrebbe essere facilmente utilizzato come cemento adatto nel campo maxillo-facciale.

Qual è l'orario di lavoro con Bond Apatite®?

Il tempo di lavoro con Bond Apatite® inizia quando la polvere viene miscelata con soluzione salina facendo avanzare lo stantuffo nella siringa intelligente e introducendo la soluzione salina nella camera di polvere BCS / HA premisurata. In questo momento, il materiale è modellabile e flessibile. La migliore flessibilità si vede immediatamente dopo l'attivazione del cemento. Pertanto, è fondamentale che il sito host sia completamente preparato prima dell'attivazione di Bond Apatite®. Dopo che il sito è stato preparato, attivare il cemento all'interno della sua siringa intelligente ed espellerlo nel sito. Non appena Bond Apatite® viene posizionato nel sito, deve essere compresso con un tampone di garza sterile asciutto per 3 secondi, quindi il materiale si indurisce immediatamente in situ. La compressione dovrebbe essere eseguita applicando la pressione delle dita sulla garza per 3 secondi, seguita da altri secondi " compattazioni con un elevatore periostale sulla garza. Una volta completato, rimuovere la garza e continuare con la chiusura dei tessuti molli secondo i protocolli.

Quanto ci vuole per indurire Bond Apatite®?

Nella cavità orale, premendo con una garza per 3 secondi si genera un'impostazione primaria istantanea. L'indurimento in vitro richiede circa 3-5 minuti. Come si può vedere nei protocolli, si consiglia di attivare il cemento all'interno della sua siringa intelligente dopo la completa preparazione del sito, iniettare il cemento direttamente nel sito e posizionare immediatamente un tampone di garza sterile asciutto sopra e premere con un dito sopra per 3 secondi. Questo dovrebbe essere seguito da un ulteriore pochi secondi ' la pressione sulla garza con uno scollaperiostio.

Bond Apatite® rimane duro durante il periodo di guarigione?

Il materiale non rimane duro. Il processo di riassorbimento inizia immediatamente dopo il posizionamento, mentre contemporaneamente avviene la formazione di nuovo osso.

Bisogna aspettarsi un aspetto radiografico diverso con Bond Apatite®?

A causa della natura dell'innesto, la matrice bifasica di solfato di calcio all'interno dell'innesto viene simultaneamente sostituita dall'osso del paziente; pertanto, l'aspetto radiografico è completamente diverso rispetto ad altri innesti, che appaiono sempre radiopachi a causa della loro presenza costante nel sito innestato. Al contrario, l'aspetto radiografico con Bond Apatite® è il seguente: Durante il primo giorno dopo il posizionamento dell'innesto, appare radiopaco. A poco a poco prende il posto un aspetto radiotrasparente (che riflette la trasformazione dell'innesto nell'osteoide di nuova formazione prima della sua calcificazione). Due o quattro settimane dopo il posizionamento dell'innesto, la maggior parte del sito innestato appare radiotrasparente mentre rimangono pochi punti radiopachi, riflettendo la presenza delle particelle di HA. Entro 12 settimane, la radiopacità avviene con l'apparizione della forma trabecolare nativa. Questo è il momento in cui il nuovo osteoide ha già calcificato.

Bond Apatite® può essere utilizzato per l'incremento verticale?

Non esiste un protocollo specifico raccomandato a questo punto per l'aumento verticale.

Posso lasciare l'Apatite Bond esposta alla cavità orale?

Sono accettabili 3 mm di apertura della linea di incisione. Tuttavia, nelle procedure di innesto di prese o nel caso di un sito che contenga pareti ossee per proteggere l'innesto, più di 3 mm di apertura della linea di incisione devono essere protetti da una spugna di collagene fissata sopra come mostrato nei protocolli.

È necessario usare una membrana?

A causa delle proprietà del cemento, non è necessario utilizzare una membrana, tra il lembo e il cemento. La chiusura del tessuto si ottiene allungando il lembo sopra il cemento. Si prega di consultare i protocolli.

Bond Apatite® dovrebbe mescolarsi con il sangue?

Dopo aver posizionato il cemento in posizione e premuto sopra per la presa e l'indurimento, non è necessario mescolare con il sangue. La porosità dell'innesto e la sua capacità igroscopica consentono al sangue di penetrare immediatamente all'interno.

Qual è la percentuale di porosità di Bond Apatite?

La struttura complessiva di Bond Apatite® è composta da microporosità (1-10μm) e macroporosità (50-500μm). La porosità superficiale iniziale è di circa il 40 percento; tuttavia, poiché il solfato di calcio si degrada completamente nel tempo, crea più spazio per la formazione del nuovo osso.

Quali sono le indicazioni per l'uso di Bond Apatite®?

Bond Apatite® può essere utilizzato in un'ampia varietà di difetti ossei, inclusi difetti di media e grande dimensione come deiscenza, casi di fenestrazione, aumenti laterali (allargamento della cresta orizzontale), procedure di aumento del seno, difetti ossei parodontali, riempimento di difetti ossei pre - posizionamento dell'impianto o contemporaneamente al posizionamento dell'impianto, riempiendo una cavità post-cisti, aumenti della cresta, fratture ossee, ecc.

Ci sono additivi, acceleranti o polimeri nella matrice bifasica di solfato di calcio di Bond Apatite®?

La matrice cementizia all'interno di Bond Apatite® è costituita da puro solfato di calcio come formulazione bifasica. Non vengono aggiunti additivi, polimeri o altri prodotti chimici, quindi la struttura chimica del solfato di calcio rimane invariata. La capacità della formulazione bifasica di essere modellabile e di indurirsi istantaneamente in presenza di sangue o saliva è dovuta al fatto che le particelle all'interno del cemento sono parzialmente cristallizzate e mantengono comunque la capacità di aderire per fissare e indurire. In questo modo, il cemento è molto più stabile e ha una bioattività prevedibile.

Qual è il rapporto tra solfato di calcio bifasico e HA?

Bond Apatite® è un innesto composito composto da 2/3 matrici bifasiche di cemento solfato di calcio e 1/3 granuli di idrossiapatite in diverse dimensioni e forme.

Che cos'è Bond Apatite®?

Bond Apatite® è un innesto composito, costituito da una matrice bifasica di solfato di calcio (3D Bond ™) miscelata con granuli di HA in una distribuzione granulometrica controllata, destinata a riempire o aumentare una vasta gamma di difetti ossei.

La "tecnica a tunnel" può funzionare con il cemento per innesto osseo Augma?

Aumga può essere usato con la "tecnica del tunnel". Tuttavia, assicurarsi di compattare correttamente il cemento in posizione.

Da quanto tempo il materiale è sul mercato?

Il solfato di calcio è in uso nella chirurgia medica da oltre 120 anni, il solfato di calcio bifasico brevettato, dal 2010. Il motivo per cui il solfato di calcio non è stato ampiamente utilizzato in odontoiatria è dovuto alla sua incapacità di stabilire in presenza di sangue e saliva. Il Dr. Yahav ha sviluppato la formulazione che ha permesso di utilizzare il materiale intraoralmente.

ll cemento per innesto osseo Augma può essere utilizzato per l'innesto di difetti parodontici attorno a denti o impianti?

Il cemento per innesto osseo Augma può essere utilizzato nel trattamento dei difetti parodontali. Il riflesso del lembo, il posizionamento dell'innesto e la chiusura dei tessuti molli sono gli stessi dei protocolli per l'innesto del socket con riflesso del lembo.

Augma può essere utilizzato per il trattamento della perimplantite?

Al momento non esiste un protocollo raccomandato prevedibile per il trattamento della perimplantite con Augma. Ciò include i casi con mobilità meno grave.

Esiste un lasso di tempo in cui il cemento per innesto Augma può essere utilizzato nelle infezioni acute?

Nessun aumento deve essere eseguito fino a quando tutti i segni e i sintomi acuti sono scomparsi. Questo può richiedere circa 2-3 settimane, e talvolta anche di più, dopo la somministrazione di antibiotici e l'eliminazione della causa. Pertanto, non esiste un intervallo di tempo preciso e preciso. La decisione dovrebbe essere presa almeno due settimane dopo la recessione dei sintomi acuti.

Augma può essere usato immediatamente dopo le estrazioni quando un paziente ha infezioni periapicali?

In caso di infezione acuta, nessun aumento deve essere eseguito fino alla regressione di tutti i sintomi. In situazioni croniche senza sintomi, l'aumento può essere eseguito dopo un corretto debridement.

Il cemento per innesto osseo Augma può essere posizionato sopra la parte superiore della perforazione o la perforazione deve essere prima chiusa?

Quando si esegue la conservazione dell'incavo, dopo l'estrazione e la preparazione per un futuro impianto, può essere visibile una piccola perforazione sulla base buccale o sulla base dell'incavo. Augma può essere posizionato sopra la perforazione contemporaneamente alla chiusura della perforazione.

Si consigliano viti di fissaggio per la stabilizzazione dell'innesto se il difetto è grande?

Il cemento per innesto osseo Augma è auto-stabilizzante. Non sono necessarie viti di fissaggio

Per quanto tempo è consigliata una dieta leggera?

Si raccomanda una dieta leggera per le prime 2-3 settimane dopo l'intervento.

Cosa è raccomandato in un sito di estrazione molare superiore senza chiusura primaria?

Questo tipo di sito deve essere protetto con una spugna / tappo di collagene fissati o una medicazione secondo i protocolli.

Qual è il motivo della discrepanza tra l'aspetto CBCT e la densità ossea durante il rientro?

Un'immagine CBCT con innesto osseo tradizionale appare radiopaca in ogni momento dal giorno del posizionamento lungo il corso della guarigione, così come durante il rientro, a causa del fatto che l'innesto si integra con l'osso e non viene sostituito da esso. Pertanto, la radiopacità osservata nella CBCT riflette più la presenza dell'innesto nel sito e meno l'osso appena formato tra le particelle dell'innesto. Al contrario, quando si utilizza cemento osseo bifasico al solfato di calcio, si verifica il completo riassorbimento dell'innesto e il sito aumentato si trasforma in un nuovo osso vitale. Pertanto, in 3-4 mesi, è un osso giovane che potrebbe apparire meno radiopaco dell'osso nativo circostante.

Quali sono alcuni motivi comuni per trovare risultati non ottimali?

  • Non vi è alcuna conversione in tessuto cicatriziale: il solfato di calcio bifasico non è biologico e non può convertirsi in tessuto connettivo fibroso come allotrapianto / autotrapianto / xenotrapianto.
  • Non c'è infezione a causa del materiale - il materiale è inorganico e quindi non sarà soggetto all'assalto batterico come fanno le particelle di allotrapianto / autotrapianto. Inoltre, NON è particolato come altri Xenotrapianti / Alloplasti e quindi non ospiterà batteri nella sua struttura porosa per infettare il sito di futuri impianti. Il solfato di calcio bifasico, tuttavia, produrrà meno di risultati ottimali se non vengono seguiti i protocolli di posizionamento chirurgico.
  • Gli apparecchi rimovibili che premono e si spostano sul sito innestato causeranno la riduzione o l'eliminazione del volume dell'innesto.
  • Il paziente non segue le istruzioni postoperatorie; causerà la riduzione o l'eliminazione del volume dell'innesto.