L'acquisto all'interno dello store è riservato agli studi dentistici privati

In ottemperanza con quanto previsto dalla normativa vigente, dichiaro sotto la mia responsabilità di essere un professionista del settore odontoiatrico e di essere pertanto autorizzato a prendere visione del contenuto presente in questo sito internet.

Ok, procedi

Coreflon PTFE

100,00 €
Colore ago
Lunghezza ago
Sezione incrociata ago
USP
Sezione ago
Quantità

Filo realizzato in politetrafluoroetilene (PTFE), un materiale non assorbibile ad alta biocompatibilità, da parecchi anni usato per la produzione di impianti vascolari, valvole cardiache e membrane per la rigenerazione ossea guidata. Il PTFE viene anche utilizzato nella produzione di fili chirurgici.

Proprietà di fili in dPTFE?
- Un’esclusiva morbidezza unita alla struttura liscia permettono al filo di passare attraverso tessuti molli riducendo al minimo le reazioni, intorno al canale del tessuto, con il carattere di microustioni, le quali favoriscono la colonizzazione dei batteri negli strati più profondi della ferita.

- Il filo non possiede la memoria della torsione, perciò rende più facile il lavoro del chirurgo.
- Il nodo chirurgico intrecciato sul filo PTFE è resistente e non si allenta. Le estremità del filo non causano irritazioni alla guancia, alle labbra o alla lingua, contrariamente ai materiali da sutura basati su diverse fibre monofilo, le quali tra l’altro possono favorire le lesioni virali di tipo afta sulla mucosa,contribuire ai dolori e ostacolare laguarigione delle ferite.
- A differenza dei fili da sutura intrecciati, particolarmente quelli realizzati con materiali assorbibili, la struttura del materiale dPTFE è caratterizzata dal basso assorbimento di sangue, di saliva e di residui alimentari, perciò aiuta la guarigione delle ferite per primam intencionem.
- Coreflon, malgrado sia un filo morbido e delicato, sostiene con costante forza i tessuti durante l’intero processo di guarigione, contrariamente ai materiali intrecciati assorbibili, i quali fra l’altro, visto la presenza di molti enzimi nel cavo orale, sostengono i tessuti solo nella prima fase di guarigione.

ePTFE  vs  dPTFE
I fili chirurgici in ePTFE vengono utilizzati soprattutto in chirurgia vascolare e cardiochirurgia. I pori presenti nei fili in ePTFE vengono inglobati dai tessuti molli e dai vasi, e quindi il filo viene incorporato in modo permanente dall’organismo. Questa proprietà, in caso di chiusura delle ferite del cavo orale, è superflua, in quanto le suture vengono rimosse a 7-10 giorni dall’intervento.
Coreflon, a differenza dei fili in ePTFE, viene realizzato con un materiale liscio (dense PTFE), la cui struttura limita l’accumulo della placca. In più la ridotta capillarità di dPTFE facilita notevolmente la rimozione delle suture.

Filo intelligente?
Il filo chirurgico PTFE Coreflon è flessibile e si adatta al volume variabile dei tessuti nel corso del processo di guarnigione.

Black & White
Una soluzione innovativa consiste anche nella combinazione di un filo bianco PTFE con un ago nero, in quanto assicura un’ottima visibilità nello spazio operatorio. L’ago nero è ben visibile sotto il tessuto molle. Grazie a questa soluzione, possiamo determinare con precisione la direzione di scorrimento dell’ago attraverso la cute. Questa caratteristica è particolarmente importante negli interventi di chirurgia odontostomatologica e chirurgia plastica, i quali richiedono massima precisione.

Fissaggio dell’ago
Il modo di fissare l’ago – il passaggio liscio tra l’ago e il filo – contribuisce a ridurre le lacerazioni dei tessuti durante la sutura.

Caratteristiche dell’ago
Nella scelta del partner produttore di aghi, abbiamo preso in considerazione la lunga esperienza e le opinioni dei più celebri chirurghi. La massima qualità è la nostra priorità. Nella produzione di aghi chirurgici è stato utilizzato un acciaio di altissima qualità, risultato di un’esclusiva composizione di elementi. L’alto livello di durezza dell’acciaio riduce al minimo la possibilità di danni meccanici del dorso tagliente durante l’intervento. Il dorso tagliente dell’ago rimane intatto durante la sutura, assicurando con lo stesso una maggiore precisione dell’intervento in corso. Non subisce neanche distorsioni quando viene utilizzato per tessuti duri, quali cicatrici post-operatorie.

Standard nella chirurgia mini invasiva
Le caratteristiche menzionate rendono il filo chirurgico Coreflon il materiale da sutura più avanzato tecnologicamente nell’ambito della chirurgia odontostomatologica e chirurgia estetica.

Contattaci

opzionale