L'acquisto all'interno dello store è riservato agli studi dentistici privati

In ottemperanza con quanto previsto dalla normativa vigente, dichiaro sotto la mia responsabilità di essere un professionista del settore odontoiatrico e di essere pertanto autorizzato a prendere visione del contenuto presente in questo sito internet.

Ok, procedi

RIGENERARE O RIPARARE

La perdita dei denti è un problema di salute globale ben riconosciuto che ha un impatto sulla società e sull'economia [1]. Colpisce la capacità individuale di mangiare, sorridere, parlare e il benessere psicosociale [2, 3].

La sfida della perdita dei denti è strettamente legata alla capacità del clinico di fornire ai pazienti soluzioni dentali estetiche e funzionali in modo efficiente. Le opzioni sono o sostituire il dente con una soluzione artificiale ("riparazione") come un sistema implantare oppure conservare il dente usando metodi riparativi o rigenerativi previsti dalla natura.

In REGEDENT AG,ci concentriamo su protocolli rigenerativi intelligenti che possono essere utilizzati in situazioni parodontali e peri-implantari per fornire proprietà biomeccaniche ottimali, risultati estetici e affidabilità a lungo termine. Lo spettro delle nostre soluzioni si concentra sulla rigenerazione dei tessuti molli e duri.

COME RIGENERARE I TESSUTI DEL CAVO ORALE ?

Una sfida clinica significativa è quella di ottenere un'integrazione funzionale dei diversi componenti dei tessuti molli e duri, come l'osso, i legamenti o il cemento sia tra di loro che con l'ambiente ospite; per fornire una prevedibile sopravvivenza a lungo termine del dente o del sostituto artificiale [4].

Quando si trattano pazienti con una mancanza di tessuti molli e/o duri, il concetto fondamentale è quello di combinare un'impalcatura con molecole biologicamente attive che formano un "costrutto di ingegneria tissutale". In presenza di un adeguato apporto di sangue, questo costrutto promuove la rigenerazione dei tessuti [5]. Il processo rigenerativo sfrutta procedure basate sulla biologia per sostituire il materiale posto artificialmente con materiale autologo durante le diverse fasi del processo di guarigione delle ferite [6]. Come tale, ci si aspetta che l'impalcatura svolga varie funzioni, compreso il supporto della colonizzazione, della migrazione, della crescita e della differenziazione delle cellule.

Una considerazione critica è il requisito di facilitare la rivascolarizzazione tempestiva del costrutto di ingegneria tessutale dopo l'impianto in vivo. La progettazione dello scaffold deve anche considerare le proprietà fisico-chimiche, la morfologia e la cinetica di degradazione [6].

In parodontologia, la procedura rigenerativa si concentra sulla biomimetica funzionale, soprattutto in termini di affrontare l'interfaccia chiave tra il legamento parodontale e la radice del dente, per cui la formazione di cemento con l'inserimento di fibre funzionali del legamento parodontale è essenziale. Ulteriori requisiti sono la fornitura di spazio per la rigenerazione ossea e la prevenzione della ricrescita epiteliale lungo la superficie della radice [6]. Per accelerare il processo di guarigione, il materiale dell'impalcatura può essere combinato con molecole bioattive, come l'acido ialuronico di grado chirurgico.

acido ialuronico reticolato (xHyA), by Osteophoenix Italia

Regedent Ci sono 4 prodotti.

Filtri attivi